venerdì 31 maggio 2013

SHOCK

Dovrò farla , di tanto in tanto

Scusate se i miei commenti sui vostri blog latitano e se non vi delizio  spesso con i miei post.
Sono molto occupata, mi aspetta uno  degli shock più traumatici : un TRASLOCO! 


Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

mercoledì 29 maggio 2013

FACEVA IL PALO::::

Palo sulla carreggiata, iniziata la rimozione. Ma la strada non aprirà: prevista una manifestazione il 29
.Un palo in mezzo alla carreggiata, che impedisce l'apertura di uno svincolo autostradale che "potrebbe alleviare gli annosi problemi di traffico agli automobilisti" della Provincia di Napoli e del salernitano. Succede a Ponticelli e a denunciarlo sono gli abitanti del quartiere iriuniti in associazione e comitati e i Verdi ecologisti e il Movimento 5 Stelle. Presente anche il sindaco di San Giorgio a Cremano, Mimmo Giorgiano. Ma L'Enel promette che rimuoverà il palo 


 "Siamo contenti che dopo le denunce nostre e del Movimento 5 Stelle - spiegano il responsabile regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli - qualcosa si è cominciato a muoversi.

Hanno fatto l' autostrada intorno al palo

No, dai, se lo vedono quelli di 

standard and poor's  o   Moody's  

ci tolgono anche le B e le C



Mi è venuta in mente la canzone di Jannacci

Faceva il palo nella banda dell'Ortica, 
faceva il palo perché l'era il so mesté, 
Faceva il palo nella banda dell'Ortica, 
faceva il palo, il palo, perché l'era, perché l'era il so mesté...



Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

SI PUO' ANCHE FARE CARRIERA!

Mi sono iscritta al Corpo delle Crocerossine
Davvero




Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

martedì 28 maggio 2013

TUTTI SOTTO LE ARMI, CRIBBIO!

"Stop ai processi con pm politicizzati",
ma il Pdl si spacca sul ddl "salva Silvio"

Il testo, preparato da Nitto Palma, sarà discusso domani dalla commissione Giustizia del Senato. Prevede una sospensione di 6 mesi dei dibattimenti se i magistrati titolari sono sottoposti a procedimento disciplinare per esternazioni che ne pregiudichino l'imparzialità. L'ira di Bondi: "Così si creano nuovi problemi a Berlusconi"


Chi decide se i pm sono politicizzati ? Gli avvocati difensori degli imputati?
 Nel mirino, in particolare, il pm Ilda Boccassini che secondo, Niccolo Ghedini (dichiarazione dello scorso 14 maggio) ha "un pregiudizio che dura da 20 anni".

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-05-28/nasce-esercito-silvio-sito-145922.shtml
Volete arruolarvi anche voi per difendere 'il pensiero, l'ideale, l'operato di Silvio Berlusconi? Io NOOOOO,
almeno fino a quando non renderanno la leva obbligatoria.
Piuttosto, perchè non creare un esercito per difendere i PM ???







Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

Fortuna che all'estero non lo capiscono.



http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/388745/nobile-sen-razzi-mission-impossible.html

Senatore e Sottosegretario nel Governo delle Larghe Intese.
Ha
fatto la Carriera Diplomatica  alla Sgurgola Marsicana

Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

lunedì 27 maggio 2013

http://www.repubblica.it/politica/2013/05/27/foto/comunali_flop_m5s_le_critiche_su_twitter-59776845/1/?ref=HRER2-1#20

Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

Si fa presto a dire Don Puglisi



Il Papa: "Mafiosi convertitevi
contro di voi don Puglisi ha vinto"


I mafiosi sono già convertiti, a modo loro, ma lo sono; ferventi cristiani che, al pari di altri bestemmiatori dicono " Dio è con noi".
Qui sotto uno stralcio interessantissimo di come sono stati e come sono i rapporti fra mafie e Chiesa  (consigliato)



http://www.kainos-portale.com/index.php/12-malavita/86-ricerche12/271-chiesa-e-mafie
Se si chiedesse a un campione di cittadini italiani se essere mafioso o camorrista o ‘ndranghetista sia compatibile con l’essere cristiano, se cioè la mafia la camorra la ‘ndrangheta siano conciliabili con la Chiesa, ciascuno degli intervistati risponderebbe con un no risoluto, meravigliandosi anche della domanda. Ma allo stesso modo, se si formulasse la medesima domanda a dei mafiosi camorristi e ‘ndranghetisti, anch’essi resterebbero meravigliati: per loro è ovvio rispondere di sì, che cioè non c’è nessuna contraddizione tra credere in Dio, nella Chiesa e al tempo stesso aderire ad una di queste organizzazioni criminali. Tanto è vero che non si conoscono mafiosi atei (escluso Matteo Messina Denaro)
Essi si sentono naturalmente religiosi, credenti, devoti, anzi pensano di avere un rapporto del tutto particolare e speciale con Dio. Non li sfiora neanche lontanamente la percezione di assoluta incompatibilità tra l’essere dei feroci assassini e dei ferventi cattolici.
La Chiesa italiana non ha mai prodotto un documento ufficiale, una presa di posizione contro le mafie fino agli anni ’70 del Novecento, cioè più di un secolo e mezzo dopo l’affermazione e il consolidamento di alcune delle organizzazioni delinquenziali più violente al mondo.
Insomma, le domande sono tante e le potremmo racchiudere in una complessiva: oltre a un lunghissimo ed evidentissimo silenzio, non c’è stata anche una certa assonanza tra la cultura mafiosa e la cultura che la Chiesa ha diffuso soprattutto nell’Italia meridionale?
 Perché si sono permessi i sacramenti a dei pii assassini, si sono svolti per loro solenni funerali, sono stati accettati come padrini di battesimo e cresima, sono stati scelti per presiedere i festeggiamenti dei santi patroni e portare le loro statue sulle spalle? È normale tutto ciò?
Per un criminale il problema principale è il controllo dei sensi di colpa. Ammazzare non è una cosa così semplice, non è una ‘normale’ attività umana. Il senso di colpa per le azioni delittuose può mettere in crisi anche il più spietato degli assassini. Se si riesce a dominarlo, si è poi in grado di poter continuare a delinquere e a ottenere consenso, ricchezza e potere.      ----Quando è stato catturato Provenzano, il suo rifugio era pieno di immagini e statuette sacre, e portava al collo alcune crocette, di cui una di legno. C’erano 91 santini (di cui 73 di Cristo), una Bibbia e un libro di preghiere con l’effige della Madonna e la scritta «pregate, pregate, pregate», una Sacra famiglia dentro una campana e un rosario nel bagno. C’erano inoltre, alle pareti, solo quadri religiosi (Ultima cena, la Madonna delle lacrime di Siracusa, una Maria regina dei cuori e delle famiglie, e un calendario con l’effige di Padre Pio)--------
Ma se degli assassini non provano neanche rimorso per quello che commettono, e di norma si fanno il segno della croce prima di ammazzare, vuol dire che la credenza religiosa si è trasformata in auto-assolvimento.
In secondo luogo, i mafiosi non vogliono essere avvertiti come delinquenti dalla società che li circonda, dalla comunità in cui operano. Come si fa a percepirli come delinquenti se la loro presenza è accettata in Chiesa, se ad essi sono riservate le cerimonie più fastose, se li si sceglie come organizzatori delle feste religiose, se si consente loro di portare sulle spalle i santi in processione, se sono tra i principali benefattori delle attività caritative?
L’ossessione della Chiesa per i peccati legati alla sfera sessuale l’ha privata nel Sud del ruolo di guida nella lotta alle più agguerrite organizzazioni criminali che il nostro Paese ha prodotto nella storia. La scomunica è stata usata solo per i suoi avversari ideologici (massoni, socialisti, comunisti) e per coloro che non rispettano le sue prescrizioni in materia sessuale e matrimoniale. Un divorziato non può accedere ai sacramenti, ma un Provenzano, un Riina, un Cutolo o un Piromalli sì. Anzi, ad alcuni capimafia i sacramenti sono stati portati nel loro rifugi di ricercati.   





Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

domenica 26 maggio 2013

Davide, un ragazzo smarrito

http://www.repubblica.it/cronaca/2013/05/25/news/lettera_diciassettene-59584404/?ref=HRER2-1


Io, gay a 17 anni chiedo solo di esistere

CARO direttore, questa lettera è, forse, la mia unica alternativa al suicidio. Ciò che mi ha spinto a scrivere è la notizia di un gesto avvenuto nella cattedrale parigina.
[...]Nonostante gli insegnamenti dalla morale cristiana, io ritengo che il suicidio sia un gesto rispettabile: una persona che arriva a privarsi del bene più prezioso in nome di una cosa in cui crede, merita molta stima e riguardo; ma neppure questa considerazione riesce a posizionare sotto una luce favorevole quello che mi appare come il gesto vano di un folle. ***

[...]Un Paese che si dice civile non può abbandonare dei pezzi di sé. Non può permettersi di vivere senza una legge contro l'omofobia, un male che spinge molti ragazzi a togliersi la vita per ritrovare quella libertà che hanno perduto nel momento in cui hanno respirato per la prima volta. Non c'è nessun orrore ad essere quello che si è, il vero difetto è vivere fingendosi diversi. Noi non siamo demoni, né siamo stati toccati dal Demonio mentre eravamo in fasce, siamo solo sfortunati partecipi di un destino volubile. Ma orgogliosi di esserlo. Chiediamo solo di esistere. 

Perchè sfortunati Davide ?  Sfortunati sono coloro che nascono con gravi malattie genetiche, con poca aspettativa di vita,  i milioni di bambini che muoiono di fame, coloro che muoiono per una guerra assurda o per mano di qualche carnefice.Pensa a coloro che non conoscono nessuna forma d'amore, forse sono i più sfortunati di tutti. Viviamo in una società ammalata e precaria dove ben altri sono i pericoli, eppure c'è ancora gente che si affida ai pregiudizi, che prende per oro colato le leggi decise dalla chiesa cristiana 2000 anni fa, per altro in contrasto con le parole di Gesù Cristo.
L'omofobia è come il razzismo, la persecuzione dei 'diversi', l'antisemitismo, il misoginismo, preconcetti che dimostrano la debolezza umana e l'incapacità di ragionare con la propria mente, l'inclinazione ad appartenere a un gregge la cui peculiarità è la mancanza di un'umana individualità.

Hai pienamente ragione quando dici che 'Un Paese che si dice civile non può abbandonare dei pezzi di sé'  e capisco che tu possa sentirti tradito. D'acchito, vorrei dirti  "FREGATENE", ma capisco che è semplicistico e allora ti suggerisco di  amare , alla luce del sole chi ritieni sia degno di essere amato, perchè, nonostante tutto, l'amore è un valore universale, nè di destra pè di sinistra e ci possono togliere tutto, ma non il diritto d'amare e l'affetto e il bene incondizionato e la passione d'amore
-- 
da PensieriParole Hai assolutament**e ragione : un Paese che  'abbandona dei pezzi di se' non è civile, è barbaro ecapisco che tu possa sentirti tradito.Vorrei dirti FREGATENE, ma mi rendo conto che è semplicistico e allora ti suggerisco di amare con tutto il cuore chi ritieni degno d'amore, perchè possono  portarci via tutto tranne lo scambio  d'amore , di qualsiasi genere, l'amore inteso come affetto, amicizia, bene,  spiritualità, impulso, empatia e passione. L'amore, quello vero, non è di destra o di sinistra, è al di sopra di qualsiasi razionalità o calcolo.

***
Sono moooooooolto meno comprensiva nei riguardi di Dominique Venner; mi sono chiesta se quel gesto inconsulto non sia stato provocato da un grave disagio personale, una sorta di espiazione per qualcosa che non voleva confessare nemmeno a se stesso(?) e poi ho concluso che ha fatto come quel tale che si è evirato per far dispetto alla moglie. Il gesto di un fanatico che, A ME sia ben chiaro, non ispira nessuna pietà.



Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

venerdì 24 maggio 2013

Un affronto!


Il senatore Augusto Minzolini su Twitter sbotta sulle “minacce alla Boccassini”:
Basta con la storia delle minacce a Bocassini: operazione mediatica stantia per trasformare una persecutrice in una eroe.Non se ne può più.

Quando si dice avere la faccia come il c..o. Sfrutta ogni occasione per leccare chi lo definì 'Il direttorissimo', vorrebbe sbugiardare il Procuratore Bruti Liberati.
Oltre una decina di lettere anonime, con insulti e minacce di morte: poi, mercoledì scorso, il salto di livello con una busta contenente due pallottole. Destinataria Ilda Boccassini, capo del pool antimafia di Milano. Ma le minacce non sono riferite all'attività condotta dalla Boccassini contro il crimine organizzato bensì al suo impegno nel processo «Ruby» a carico di Silvio Berlusconi. E il flusso di missive si è intensificato dopo la requisitoria con cui il procuratore aggiunto ha chiesto la condanna del Cavaliere a sei anni.  

 La missiva con i proiettili, arrivata direttamente nella cancelleria della dottoressa, ha spinto il suo capo, il procuratore Edmondo Bruti Liberati, a rendere noto con un comunicato quanto accaduto: precisando che «la Procura della Repubblica di Milano, con tutti i suoi magistrati, adempie e continuerà ad adempiere con immutata serenità al compito di svolgere indagini e sostenere l'accusa in dibattimento nel più rigoroso rispetto delle regole e garanzie processuali, fedele al principio costituzionale della eguaglianza di tutti di fronte alla legge».

Possibile che non lo si possa querelare per ciò che dice riguardo Ilda Boccassini?
 In pratica la paragona ad una stalking che per oscure ragioni  ha preso di mira quell'angioletto di Silvio Berlusconi.

Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

giovedì 23 maggio 2013

Eiaeia alalà


Audio da  "Il ruggito del coniglio"
Giancarlo Ratti interpreta "Gustavo l'ottimista", al quale mi ispirerò.


Berlusconi: "Dopo Brescia ho annullato comizi

per garantire la mia incolumità personale"

 Il Pdl lavora a un disegno di legge per punire con il carcere chi disturba le manifestazioni politiche in piazza


L'iniziativa del Pdl è già diventata un nuovo casus belli con il Pd che l'ha accolta in modo negativo. Per Ettore Rosato l'idea del pdl è  "folle" e la proposta annunciata da Abrignani intende dettare le norme per controllare ogni espressione popolare. E' sconcertante".

Più che sconcertante, è prettamente di stampo fascista       
LA PROPAGANDA FASCISTA

Il movimento fondato in Italia da Benito Mussolini fu sempre intollerante verso le manifestazioni popolari e pronto ad appoggiare chiunque fosse disposto a usare la "mano forte". Questo sistema autoritario fu assicurato da una grande capacità comunicativa, la "propaganda" appunto, attraverso la quale fu stabilito un controllo totale sull'informazione e la cultura.


Gustavo direbbe :"" Bene, ma bene! Andremo ai raduni oceanici del Capo tutti in  divisa passata dal partito, e risparmieremo sui vestiti!   Bene, ma bene! 


Molti quotidiani spariranno e 'Il Giornale e 'Libero diventeranno i megafoni del PdL, come fu 'Il Corriere della Sera' durante il ventennio. Poche riviste : Il Bargello: rivista fondata da Alessandro Pavolini nel 1929. 'La difesa della razza:
rivista diretta da Telesio Interlandi, 'Gerarchia: rivista ufficiale del fascismo fondata nel 1922 da Benito Mussolini e terminata nel 1940. Tutta la Stampa avrà un duplice scopo : da un lato di cancellare o "minimizzare", dall’altro di esaltare o edulcorare. 
Gustavo, l'ottimista :" Bene, ma bene! Inutile una miriade di giornali e riviste che ci confondono le idee Un' unica idea ci renderà più amichevoli. Bene, ma bene!"


Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

mercoledì 22 maggio 2013

Un faro, anche per me










Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

mutamenti di Odonomastica


Via Spiga (della) :Rapina all'orologeria Frank Muller di via Della Spiga con molotov

Spettacolare rapina in via della Spiga la mattina del 21 maggio: sei uomini, incappucciati e armati di mazze e bottiglie incendiarie, hanno frantumato la vetrina dell'orologeria Frank Muller, poco dopo le 11.30.
Potrebbe interessarti:http://centro.milanotoday.it/rapina-frank-muller-via-spiga-molotov.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/MilanoToday

Rapina all'orologeria Frank Muller di via Della Spiga con molotov
Rapina alla gioielleria Franck Muller di Milano in via della Spiga
IL PRECEDENTE - Non è la prima volta che la gioielleria Franck Muller finisce nel mirino dei banditi. Il 15 febbraio scorso, infatti, la storica orologeria era stata derubata con tecniche molto simili e con l'uso delle stesse armi. Nell'azione era rimasto ferito lievemente un cliente
Potrebbe interessarti:http://www.today.it/citta/rapina-gioielleria-milano.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

Potrebbe interessarti:http://centro.milanotoday.it/rapina-frank-muller-via-spiga-molotov.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/MilanoToday

Proporrei al Governatore Maroni  di despighizzarsi 

Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

martedì 21 maggio 2013

Solo su Libero....


Ruby è proprio come Audrey, usa il sorriso in cerca di riscatto

Furba e disincantata, Karima incarna l'eterno modello della ragazza che ha fretta di dimenticare da dove viene. Signora Boccassini, si riguardi "Colazione da Tiffany"
 Andate a vedere cosa si nasconde sotto gli occhiali scuri di Holly, scrutate cosa c'è oltre lo sguardo da cerbiatto di Audrey Hepburn e ci trovate il volto sfatto di certe notti senza fine, ci trovate una ragazza cinica e furba in fuga dalla provincia, e la paura di una vita randagia, e la voglia di dare scacco al destino per quelle carte sbagliate pescate all'inizio del gioco. E la voglia di sicurezza, quella che arriva solo dai soldi e il lusso e i gioielli e a ramengo tutto il resto, costi quel che costi. La verità? Sotto gli occhiali di Holly c'è Ruby Rubacuori. di 

Sì, neanche Holly non era una santarellina       -"Ella era alla ricerca del suo posto nel mondo, un posto come la gioielleria Tiffany, dove si sarebbe sentita protetta e al sicuro e avrebbe smesso di avere quelle che chiama le sue "paturnie"- Questo raffronto mi sembra moltoo       azzardato , vuoi mettere la classe e  il  fascino di Holly!  Paragonare Ruby ad Holly e come paragonare certi nudi di donna di Egon Schiele alle Madonne di Antonello da Messina, la moda trash alla sobrietà di Valentino, Spoon River alle 'OSTERIE 123...'.
Al massimo potrebbe interpretare un film dal titolo "Culazione da Tiffany





Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

lunedì 20 maggio 2013

anigif_enhanced-buzz-30554-1369056137-5

Buzzfeed ci propone un giochino che vi farà impazzire sicuramente. Guardate bene questa immagine. A lungo. Ad un tratto, se chiederete alla vostra mente di far “cambiare” il senso di percorrenza della metro, l’immagine ubbidirà. Non ci credete? Provate pure

Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

domenica 19 maggio 2013

LA SVOLTA


Non ci era ancora riuscito nessuno. Da quest'orecchio non ci sentivo, mi sembrava  un di più .Ci voleva lei, la Signora Bastiana che, con un esempio molto calzante, mi ha fatto capire che rispondere ad un commento è anche una forma cortese che sottintende il piacere di averlo ricevuto, il commento
E' anche vero che molte volte, avendo io commentato il post di un'amica/o, sono tornata per controllare se vi fosse una risposta, eppure non avevo intuito che altri potessero fare altrettanto nei miei riguardi.Oggi, 19 maggio 2013, la svolta.

R.S.V.P. o della creanzaImmaginate di essere ad una cena. Immaginate che il vostro ospite, a capo tavola, commenti l'ultima notizia apparsa sui giornali,  esprimendo la propria opinione. Immaginate ancora che - girando lo sguardo sui commensali - chiuda dicendo:"Ed ora mi piacerebbe sapere cosa ne pensate voi". Manco aprite la bocca e il padrone di casa si alza, gira i tacchi e se ne va.


Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

Per sogghignare



Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

venerdì 17 maggio 2013

???

TRADUZIONE : SMETTILA DI FISSARE IL MONITOR COME UNO SCEMO.
L'EQUIVALENTE DI . SCEMO CHI LEGGE :):):)

Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

In fondo è solo questione di Yin e yang


Gli uomini scoprono il mascolinismo

 Come ne ha scritto giustamente Le Monde qualche giorno fa, esiste un nuovo movimento fatto di uomini che chiedono di partecipare e pretendono pari diritti rispetto alle donne. Sono convinti che la società ormai favorisca la componente femminile, incominciando dalla scuola e poi, andando avanti, nel lavoro e nella coppia. È il "mascolinismo", termine che nella saggistica anglossassone, ma ora anche in quella francese, dovrebbe equivalere al femminismo: un movimento di lotta di eguaglianza ed emancipazione.  Secondo alcuni esponenti francesi del "mascolinismo" esiste una discriminazione al contrario, per esempio nell'affidamento dei figli in caso di separazione.Twitter: @anaisginori

Di già-à ? Dopo milioni di anni, dopo sporadici e deboli tentativi       -  vedi   Rivoluzione Francese,e  'suffragette' inglesi che chiedevano il diritto di voto-       molte donne ci hanno provato, ma si è dovuto arrivare agli anni 60-70 perchè il femminismo approdasse ad una sorta di parità.
Ricordiamo, per non andare troppo lontano nel tempo, il trattamento riservato alle femmine ai tempi di suor Gertrude o, più recentemente il destino di milioni di femmine nate in India o in Cina
Pure Freud ci si era messo e arriva a considerare la bambina " nella «fase fallica» dello sviluppo sessuale, «un ometto», ma un ometto «dal pene più piccolo. Un ometto svantaggiato. Un ometto la cui libido subirà una più forte repressione   perché si vergogna del confronto svantaggioso. Più invidioso e geloso perché meno dotato [un ometto il cui unico desiderio sarebbe quello d'essere o di restare un uomo"

Ci vuole una gran donna per fare un po' di chiarezza.
« Donna non si nasce, lo si diventa. Nessun destino biologico, psichico, economico definisce l'aspetto che riveste in seno alla società la femmina dell'uomo: è l'insieme della storia e della civiltà a elaborare quel prodotto intermedio tra il maschio e il castrato che chiamiamo donna » Simone de Beauvoir

E questi signori, già dopo una cinquantina d'anni, non ne possono più. Sorge spontaneo chiedersi se , quello che oggi chiamano 'femminicidio', non derivi proprio da un desiderio di rivalsa dell'uomo sulla  donna che certi maschi portano all'estremo.
Allora, tutto sommato, ben vengano i 'mascolinisti' che combattono la loro battaglia in modo civile. In fondo non cambia nulla , da che mondo è mondo : misoginia contro misandria

Questo uno dei commenti a  "Gli uomini scoprono il mascolinismo" e non l'unico di questo tipo.


Anche io sono convinto che la società favorisca l'elemento femminile. E sono anche convinto che di questo passo se continua così in Italia ci saranno più negri che italiani. E che Hitler avrà anche esagerato ma in effetti gli ebrei erano troppi. E che per come vanno vestite certe donne se poi gli succede qualcosa è colpa loro. E che, si sa, il maschio è cacciatore. E che non ce l'ho contro gli zingari ma, dio mio, quanto puzzano. E che si ostinano a prendersela contro Berlusconi e non pensano ai veri problemi della Nazione. E che...







Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

giovedì 16 maggio 2013

Timori

Vorrei postare tante cose, per condividerle con voi, ma sto cavolo di blog non funziona ancora a dovere

Provo a dirvi, sperando che mi leggiate,
 che ho deciso una cosa semplicissima, cui non avevo mai pensato. : metto la mia Lilla sotto una campana di vetro.
Forse smetterò di angustiarmi, temendo di perderla.
Notte.



Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

martedì 14 maggio 2013

PILU

Chi ha una spanna di pelo sullo stomaco.....


I protagonisti. La faccenda ruota intorno a Villa San Martino ad Arcore, ex convento rinascimentale, per secoli appartenuta alla famiglia Casati Stampa Soncino, 145 stanze con relativi arredi, collezioni pregiate di quadri e libri, ettari di parco con rarità di flora e caprioli al pascolo. Ne è proprietaria una ragazzina di 19 anni, Annamaria Casati Stampa, rimasta orfana all’improvviso il 30 agosto 1970 quando il padre, il marchese Camillo, uccide la moglie Anna Fallarino sorpresa con l'amante.
 Annamaria resta unica erede, ha 19 anni ed è minorenne e un patrimonio  pari a due miliardi e 403 milioni di lire tra beni mobili e immobili e gioielli, che diventano un miliardo e 965 milioni al netto di debiti e tasse. Decide di lasciare l’Italia e lo scandalo, va a vivere in Brasile e il 27 settembre 1972 affida i suoi beni al vice tutore, l'avvocato Cesare Previti ed è a lui che Annamaria dà  l’incarico di vendere Villa San Martino «con espressa esclusione degli arredi, della pinacoteca, della biblioteca e delle circostanti proprietà terriere».
Pochi mesi e l’acquirente si materializza nei panni di Silvio Berlusconi. Mediatore è Previti. Il prezzo pattuito 500 milioni, tutto compreso, anche quello che l’erede aveva esplicitamente escluso dalla vendita, terreni e annessi, pinacoteca e biblioteca. In Inchiesta sul signor Tv (Guarino e Ruggeri, Kaos editore), il libro che più di tutti ha indagato sulla vendita della villa e i cui autori nel 2000 hanno vinto la causa per diffamazione avviata nel 1994 da Previti, si dice chiaramente che 500 milioni sono nulla per una villa settecentesca di 3500 metri quadrati. Nel libro si parla di «raggiro». In più momenti. Il primo: Berlusconi dilaziona il pagamento fino al 1980 (atto di cessione il 2 ottobre) ma Annamaria Casati continua a pagare le tasse. Il secondo: il 4 maggio 1977 nasce l’Immobiliare Idra, spa della già affollata galassia berlusconiana, che ancora oggi gestisce almeno dodici dimore del premier tra cui Arcore, Villa Certosa e Macherio. Bene; nel cda di Idra siedono da subito Umberto e Cesare Previti. Idra otterrà dalle banche due superfinanziamenti sulla villa di Arcore appena pagata mezzo miliardo a rate: oltre 7 miliardi subito rigirati alla Cantieri Riuniti, società di Berlusconi, più altri 680 milioni.  Arcore poi è diventata quello che tutti sappiamo: il rifugio del Presidente, la cabina di regìa degli alleati di governo, dimora vincolata dal segreto di Stato, custode di un mausoleo e di più grandi segreti. Si dice, anche, della longevità.    l'Unità 2009 Claudia Fusani

Una dimora con uno strano destino: da teatro di una vicenda passionale con delitto, a palcoscenico di 'burlesque, lap dances, spogliarelli, incontri ravvicinati su letti e lettoni 'putinesci, bungabunga. 

Il PDL : Vogliono fare fuori Silvio Berlusconi
Il presidente della commissione Giustizia del Senato, Nitto Palma, dopo la richiesta di condanna a 6 anni per l'ex premier: "Sarebbe il primo caso nell'Occidente di un leader politico eliminato per via giudiziaria".

Non considera che in Europa e in tutto il mondo occidentale, nessun altro Paese si è scelto un Presidente del Consiglio invischiato in loschi affari prima di 'scendere in campo',  sceso in campo proprio perchè, molto previdente, si è voluto parare il fondo schiena, da indagini giudiziarie che sentiva ormai alle calcagna, attraverso leggi ad personam  e cancellazioni di reati dal Codice Civile. 






Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

lunedì 13 maggio 2013

il cattivo gusto di canale 5

Lui si assolve su Canale5, la Boccassini chiede una pena di 6 anni, 5 anni per concussione 1 anno per prostituzione minorile.

"La vida es chula": lo spot del vibratore durante lo speciale Ruby di Canale 5




http://nonleggerlo.blogspot.it/2013/05/la-vida-es-chula-lo-spot-del-vibratore.html
Ho visto il filmato e letto i commenti, tra cui uno che mi ha incuriosita,  ho curiosato su internet e, fra le decine di offerte ho scelto questo indirizzo  http://www.sexystella.it/28-falli-plug-anali che mi è sembrato il più delicato.
Non credevo ai miei occhi e leggere che questa abitudine di vita possa aiutare qualcuno a cominciare e proseguire bene la giornata, mi ha fatto trasecolare. Ma secondo voi, l'umanità è sempre stata  tanto ossessionata dal proprio corpo, sempre tanto tesa a coltivare certe pratiche? Non sono una moralista e penso che  due partners possano , di comune accordo, abbandonarsi alle pratiche che preferiscono ;  è questa forzatura, secondo me anomala, che non comprendo e mi fa pensare a qualcosa di maniacale  
Vi avviso che per  leggere bisogna essere maggiorenni e non  troppo sensibili.

Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

Quel gentiluomo di Sallusti

La Boldrini  invita a difendere le donne dalle aggressioni via internet, dallo stlking,dalle aggressioni di ogni genere, fino ad arrivare al 'femminicidio'. Se qualche scalmanata segue il boss in un attacco plateale alla magistratura, senza dubbio per opportunismo, si aspetti delle legittime  contestazioni. Se  dei rappresentanti dello Stato, , uomini o donne che siano,  si prestano a diffamare i giudici con la favoletta della persecuzione al loro leader, se ne assumano le responsabilità, checchè ne dica Sallusti. 



Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews