venerdì 31 gennaio 2014

La trave non la vedi proprio!

http://video.espresso.repubblica.it/palazzo/camera-la-russa-cita-orwell-ma-sbaglia-il-titolo/1534/1533

La Russa fa un po' di confusione tra '1984' di Orwell, in cui il ' Big brother'  rappresenta un' entità   - non si sa se reale o rappresentativa-   che ha la funzione di agire da catalizzatore dell'amore, della paura e della venerazione, tutti sentimenti che è più facile provare per una singola persona che per una organizzazione -      e "Il Grande Fratello" , programma icona di Canale 5, fin dall'anno 2000, che ben ha rappresentato il periodo  berlusconiano, quello del macro-conflitto d'interessi, quello degli  'editti bulgari' , delle leggi ad personam, dei comunisti mangiabambini e dei 'coglioni' a quelli che non votavano per lui.
E lui, il moderato LaRussa, fascista  fino al midollo, compagno d'avventura di chi ha  rappresentato ultimamente   più da vicino la figura del suo duce-           quel duce che  non ti faceva lavorare se non avevi la tessera del partito fascista, quel duce che ti faceva bere l'olio di ricino se non facevi la spia, quel duce che pagava 5.000 lire a chi denunciava un ebreo per fargli fare bella figura con l'alleato nazista-        ha la faccia tosta di dire che questo è il tempo del 'grande fratello', quello che tappa la bocca e annulla i pensieri.




Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

giovedì 30 gennaio 2014

Non è difficile.

Questa mi è venuta per caso ed è anche divertente

CRITTO :  40 dita  =  8


Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

mercoledì 29 gennaio 2014

Appello da Rebibbia.

Questo sito WEB è stato realizzato per far conoscere la personalità e diffondere gli scritti, di Achille della Ragione:
battagliero medico, maestro di scacchi, studioso ed appassionato d'arte e di storia.
http://www.achilledellaragione.it/
http://www.guidecampania.com/dellaragione/blog.htm

Questo l'appelo di Achille della Ragione attraverso il post di oggi
http://achillecontedilavian.blogspot.it/2014/01/un-atto-di-clemenza.html?showComment=1391033085355#c5460225335658381762

Da non molto tempo frequento questo  blogger amico ,
il cui blog viaggia nell'etere partendo da un luogo del tutto diverso dalle nostre abitazioni : il carcere di Rebibbia. Ognuno di voi, qualora fosse interessato, può spaziare fra le pagine di questo blog, ricco altrssì di spunti culturali, e farsi un'idea sulle cause che hanno portato in carcere Achille della Ragione.
Io l'ho conosciuto attraverso una lettera, che Achille ha inviato alla Posta di L'Espresso,  che non ho potuto fare  a meno di commentare.  
http://pincocri.blogspot.it/2013/12/cuore-di-cane.html#links

http://www.ntv.sg/art2.asp?id=4551#.Uugzq0RwJ2k.facebook
Intervista di telenapoli al Dr, Achille della Ragione


Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

martedì 28 gennaio 2014

SUGGERIMENTI

NCD: “Osiamo. Il coraggio di essere giovani”.

 La kermesse ha avuto inizio sabato 18 gennaio alle ore 15:00, presso Il Baia Flaminia Resort di Pesaro, con il saluto del leader del Nuovo Centrodestra, Angelino Alfano. I lavori, la cui apertura sarà affidata al presidente del Comitato Promotore, Renato Schifani



Io direi, piuttosto:
NCD GIOVANI "OSIAMO. IL CORAGGIO DI ESSERE DEI CAZZONI"

VOI COME DIRESTE?


Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

lunedì 27 gennaio 2014

Quando si dice il tempismo.

«Pisapia vuole concedere le caserme in disuso ai rom? Bene, però dovrebbe completare l’opera chiudendole, immediatamente dopo, con i rom dentro». Questa la “provocazione” del consigliere regionale Maria Teresa Baldini, eletta con la Lista Civica Maroni, quella che rappresenterebbe l’area della società “civile” più vicina al Presidente.
Il triangolo marrone che distingueva rom e sinti nei campi di sterminio
Quando sento sproloqui del genere, due  cose mi si affacciano alla mente :                
E:::::::::::::::::::::::::::::::
                                                                                                                                                    



Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

27 Gennaio 1945- 2014


Se non fosse per un commento fatto qualche giorno fa da mio marito, avrei ignorato questo ulteriore sogno di grandezza del terzo reich:

La vittoria tedesca sul fronte occidentale dell'estate 1940 sembrò aprire prospettive di potere mondiale per il Terzo Reich e in questo contesto emersero nuovi progetti territoriali per risolvere il "problema" degli ebrei d'Europa.
Il 3 luglio 1940 il ministero degli Esteri del Reich presentò la sua proposta: il nuovo vice-responsabile agli affari ebraici del ministero, Franz Rademacher(alle dipendenze di Martin Luther), propose in un documento la deportazione di tutti gli ebrei in Madagascar, dove avrebbero vissuto sotto sorveglianza tedesca come garanzia in caso di complicazioni con la comunità ebraica americana. Il "piano Madagascar",  sembrò realizzabile, in vista della vittoria finale ritenuta imminente sulla Gran Bretagna, e venne divulgato a livello diplomatico..

 Purtroppo la "soluzione finale" fu un'altra,, come tutti sappiamo, come tutti dovranno sapere  nei secoli futuri. 

http://www.lastampa.it/2014/01/16/cultura/contro-il-giorno-della-memoria-GKkosn3Gh3Ddz5qNYBOQMJ/pagina.html
CULTURA
 IL CASO

Contro il Giorno della Memoria

Un provocatorio pamphlet di Elena Loewenthal. Se solo si potesse dimenticare, la storia della Shoah...
Come si fa a scendere a patti con una storia così?                             
Come si fa a farci i conti? 
A togliersela dalla testa, a non trasformarla in un’ossessione,      
a evitare che ti si aggrovigli dentro? 
Per te che sei nata dopo, cioè per me, 
il vero sogno sarebbe poterla dimenticare, questa storia. 
Rimuovere la Shoah dall’universo della mia coscienza
 e dal mio inconscio, soprattutto.
 Smettere, ad esempio, di sentirmi l’intestino in gola 
ogni volta che vedo e sento passare un treno 
merci con il suo sferragliare pesante [...]  Altro che GdM. 
Ci vorrebbe il Giorno dell'oblio.

Posso capirla, o forse no, anzi proprio no. 
Chi non ha vissuto di persona, o attraverso membri della famiglia, quell'oscuro periodo,  non può capire, non può immagianare l'onere che ciò comporta. I ricordi dei sopravvisuti possono essere insopportabili. Ricordo la storia di un rappresentante, di origine austriaca e scampato alla persecuzione , che Giorgio incontrava  in Messico per lavoro. Ogni volta che s'incontravano gli  raccontava qualche episodio ricavato dai suoi ricordi :  i parenti sterminati, il fatto di essersi salvato, il senso di colpa, gli incubi che gli rovinavano il sonno; fatto sta che la ditta ricevette un giorno, la notizia del suicidio del Sig Wallach.
Nonostante questo, credo sia un dovere di tutti tramandare queste memorie e credo che lo farà anche Elena Loewenthal. 


Nel 1961 Hannah Arendt seguì le 120 sedute del processo Eichmann (il famigerato criminale nazista) come inviata del settimanale New Yorker a Gerusalemme.
 Ne trasse delle considerazioni che intitolò  "La BANALITA' DEL MALE
L’autrice traccia  il profilo di Adolf Eichmann: un uomo mediocre, che vive di idee altrui
Era semplicemente una persona completamente calata nella realtà che aveva davanti: lavorare, cercare una promozione, riordinare numeri sulle statistiche, ecc. Più che l’intelligenza gli mancava la capacità di immaginare cosa stesse facendo.
Questa lontananza dalla vera realtà e la mancanza di idee sono il presupposto fondamentale della tentazione totalitaria, che tende ad allontanare l’uomo dalla responsabilità del reale, rendendolo meno di un ingranaggio in una macchina.

In parole povere, ognuno di noi può essere soggiogato dal male. Mi spaventa questa visione perchè presuppone azioni  deleterie in nome di qualcosa che non esiste, in nome di un nulla tanto incosciente, quanto malvagio.






















Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

giovedì 23 gennaio 2014

http://www.huffingtonpost.it/2014/01/22/gravidanza-dalle-ecografia-3d-stampa-feto_n_4642725.html?utm_hp_ref=italy

Gravidanza: dalle ecografie 3D e 4D alla stampa del feto in tre dimensioni. L'offerta pazza su IndieGoGo 


"Immaginate di stringere il vostro bambino tra le braccia prima che questo sia nato". 
E' l'ennesima stranezza lanciata sul web da una società chiamata 3D Babies, che sulla base delle ecografie 3D e 4D fatte dal ginecologo promette una copia a grandezza naturale del bimbo che si trova ancora nel pancione. Rispettando persino il colore della pelle.



Così, se l'idea vi aggrada, potete ricevere il calco del nascituro/a e stringerlo al seno. 
Ed ecco l'erede sorridente, bell'e pronto per stabilire a chi assomiglia, al quale si potranno dare baci e, magari, quache pizzicotto su quel bel faccino, sempre che il materiale col quale l'hanno realizzato sia abbastanza morbido.
" Stranamente" , pare che l'idea si sia rivelata un flop.

Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

mercoledì 22 gennaio 2014

Mafia, l’intervista a Di Matteo: “Riina mi vuole morto. I politici attaccano l’indagine”

Il pm dice del boss: "Non si limita a minacciare, ha ordinato di uccidermi". Il magistrato racconta la sua vita sotto scorta e parla dei tentativi, da parte delle istituzioni, di delegittimare il processo sulla trattativa tra Cosa Nostra e Stato








Riina su Di Matteo: “Nessuna pietà per questi”


Condannato all'ergastolo per l'omicidio del giudice Antonino ScopellitiSempre nel 1995, nel processo per l'omicidio del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, del capo della mobile Boris Giuliano, e del professor Paolo Giaccone,
Nel 1997, nel processo per la strage di Capaci in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e la scorta (Antonio MontinaroVito SchifaniRocco Dicillo), Riina venne condannato 
all'ergastolo ]. Lo stesso anno, nel processo per l'omicidio del Cesare Terranova, Riina ricevette un altro ergastolo .Nel 1998 Riina venne condannato all'ergastolo per l'omicidio del giudice Giangiacomo Ciaccio Montalto[52].
Nel 1999, viene condannato all'ergastolo come mandante per la strage di via D'Amelio, in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino e cinque dei suoi uomini di scorta (Emanuela LoiAgostino CatalanoVincenzo Li MuliWalter Eddie Cosina e Claudio Traina).
IN totale, 16 ergastoli, ma quando il boss si lamenta del 41 bis, tutti si attivano per andargli incontro.
                                                              Totò Riina ha fatto scuola, con le stragi di Capaci e di via D'Amelio.
Non solo ha delegittimato i giudici, li ha fatti ammazzare.
                                   
Il 41 bis  si applica a singoli detenuti ed è volto ad osta colare le comunicazioni degli stessi con le organizzazioni criminali operanti all'esterno, i contatti tra appartenenti alla stessa organizzazione criminale all'interno del carcere ed i contrasti tra gli appartenenti a diverse organizzazioni criminali, così da evitare il verificarsi di delitti e garantire la sicurezza e l'ordine pubblico anche fuori dalle carceri.


 La commissione europea ci ha criticato per il sovraffollamento delle carcerei e per le condizioni di vita dei detenuti, 
 Non credo che si riferisse ai detenuti di mafia per i quali ci si preoccupa di dare loro una compagnia durante  le 2-4 ore d'aria cui hanno diritto. Si dice che devoono mantenere la capacità di socializzare, affinchè dopo aver scontato  i vari ergastoli, siano ancora in grado di fare la loro porca figura in seno alla società.
Per Riina , il 41 BIS è una vera e propria  ossessione, se riuscusse almeno ad attenuarlo sarebbe  un un punto d'onore, e queste sono le sue richieste.
 1) Annullamento del decreto legge 41 bis
2) Carcerazione vicino alle case dei familiari
3) Nessuna censura sulla posta dei familiari

4) Chiusura delle super-carceri


Exquisite-kfind.pngWikipedia
Per la seconda volta la mafia chiede l' abrogazione dell' articolo 41 bis
  che prevede il "carcere duro" per alcune categorie di crimini, tra cui la criminalità organizzata. Per questo l'indagine sulla trattativa Stato-mafia ha posto l'attenzione su episodi che lo riguardano, come il fatto che nel 1993 sono stati lasciati scadere circa trecento provvedimenti di carcere duro, come ha dichiarato l’ex ministro della Giustizia Giovanni Conso e sostiene che non ci fu trattativa. Fu revocato l'isolamento a Totò Riina. Inoltre ha coinvolto alcune persone che hanno cercato di modificare l'articolo 41 bis o che hanno avuto a che fare con l'articolo. Calogero Mannino, indagato per la trattativa, ha ricevuto un avviso di garanzia in cui "si parla genericamente di "pressioni" che Mannino avrebbe esercitato su "appartenenti alle istituzioni", sulla "tematica del 41 bis", il carcere duro che i capimafia cercavano di far revocare. Ascoltati sull'argomento anche Carlo Azeglio Ciampi e Oscar Luigi Scalfaro, al quale fu chiesto per lettera, di revocare il decreto legge 41 bis sul carcere duro
Emmò che si fa? Lo si accontenta ancora Totò u' curtu, 
prima che ordini un'altra strage o lo si chiude in una cella segreta e si butta via la chiave?

Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

lunedì 20 gennaio 2014

BLABLABLABLABLABLABLABLA



Michaela Biancofiore
13-gen-14Agenpress -  “Dopo gli errori dei governi Monti e Letta, dopo il tragico spettacolo offerto dall’Italia nel mondo e quel che è peggio ai nostri cittadini, c’è un solo uomo, un solo italiano che può salvare i Marò e riportarli a casa sani e salvi: Silvio Berlusconi.onorevole di Forza Italia"Le innate doti in politica estera che possiede e la sua esclusiva amicizia col presidente russo Vladimir Putin, possono riuscire a compiere quello che ormai appare un miracolo. 


 Angelino Alfano
vicepresidente del Consiglio, Ncd"Se non ci fossimo noi la sinistra legalizzerebbe la cannabis, aprirebbe a matrimoni e adozioni ai gay, spalancherebbe le frontiere agli extracomunitari. Noi siamo l'ultimo scudo: l'Italia non diventerà né una grande sala parto per immigrati né un grande locale arcigay. Altrimenti ce ne scappiamo a gambe levate"
09-gen-14

Massimo Bitonci
presidente della Lega Nord al Senato "Signora Presidente, onorevoli colleghi, la gente ormai ha paura ad uscire la sera e lei ministro Kyenge vuole favorire la negritudine come in Francia..."


David Silvester
E’ stato sospeso dal partito britannico euroscettico Ukip un consigliere locale per aver affermato che le tempeste che si sono abbattute di recente sul Regno Unito, causando alluvioni, sono state una conseguenza della legalizzazione dei matrimoni omosessuali.


Giulia Bongiorno
legale di Raffaele Sollecito, davanti al giudice della Corte d'Appello"Quello che c’era tra Raffaele e Amanda era un rapporto tenero, appena sbocciato. Loro non si baciavano come tutti con la bocca, ma facendo 'Unca-Nunca', il bacio degli eschimesi. 'Unca-Nunca', no, non Bunga Bunga... ho detto 'Unca-Nunca'"


"

Luigi De Magistris
Il sindaco di Napoli s'inventa questa fondamentale ordinanza"Arriva l'ordinanza per la prevenzione della fecalizzazione sul territorio metropolitano: preleveremo il dna degli escrementi canini lasciati in strada e multeremo i proprietari!". (Immediata la nota sindacale dei vigili: "Siamo indignati, non raccoglieremo mai la cacca dei cani!")



Nunzia De Girolamo
sms spediti a Clemente Mastella, colpevole di ritenerla “fortunata” per il modo in cui media e pm si stanno occupanddel suo caso (nomine Asl)"Primo sms di Nunzia a Mastella: "Sei una merda". Secondo sms: "Ho detto 'sei una merda'. Ho dimenticato di dire 'Uomo di merda'
11-gen-14                                                                                                        

Ermanno Lisi
ex assessore ai Lavori Pubblici di centrosinistra de L'Aquila, intercettato mentre parlava con un architettoTu ancora non te ne stai a rende conto ma a L’Aquila le possibilità saranno miliardarie. Io sto a cercà di prendere ste 160 case, se non lo pigli mo' non lo pigli più, questo è l'ultimo passaggio di vita, dopo sta botta hai finito... abbiamo avuto il culo di... Il culo che, in questo frangente, con tutte ste opere che ci stanno, tu ci stai pure in mezzo, allora farsela scappà mo' è da fessi... è l'ultima battaglia della vita... o te fai gli soldi mo'..."
11-gen-14

Jole Santelli
onorevole di Forza Italia, ad Agorà, Raitre
I neri hanno la fortuna di non doversi truccare, e quindi sono più fortunati di noi"
15-gen-14


Alberto Zangrillo
medico personale di Berlusconi"Dudù è molto più fedele di Alfano, i cani hanno questa caratteristica che è la fedeltà. Mentre all’uomo è una cosa che manca spesso. Certo, Dudù ha un ruolo positivo sull'umore di Silvio, tutti gli animali domestici hanno un ruolo di questo tipo e Dudù è molto simpatico. Alfano non lo voterei mai, è un traditore. Mai. Non tollero il tradimento, l’infedeltà, l’opportunismo e il calcolo politico"
15-gen-14

Giorgio De Lucci
tesoriere Idv in Regione Liguria, intercettato con la moglie nell'ambito dell'inchiesta sulle spese pazze del Consiglio ligure"Ma sei pazza? Perché hai lasciato nella rendicontazione anche le mutandine di Maruska (Piredda, ex capogruppo Idv, ndr)? Dovevi togliere quegli scontrini!". E la moglie, dipendente dell'Agenzia delle Entrate: "Credevo di aver tolto tutto... Ho tolto anche i Lines..."
15-gen-14



Gianluca Buonanno
l'onorevole leghista, mentre interviene alla Camera, si dipinge il volto di nero..."Italiani, andate nelle caserme e nelle prefetture e dichiaratevi prigionieri politici! Così avrete vitto, alloggio e qualche soldino. Ma qui i padroni siamo noi o gli altri? Forse, signor ministro, per ottenere qualcosa in questo Paese bisogna essere più scuri... e allora anch'io mi dipingo di nero!"



Chi vanvereggia di più, secondo voi? D'acchito, ho scelto la  Biancofiore, ma ripensandoci, mi sono chiesta se non sia invece la più furba tra questi  personaggi del tutto sprovvisti d'intelligenza, d'intuizione, di tatto, di autocritica.
Allora ho concluso che Michaela è , più probabilmente, un' apologista del tipo "incarico ricevuto" , e buon pro' le faccia.
Incuriosita, ho scartabellato tra gli aforismi che riguardano la 'parola' , il 'parlare' ; ve ne propongo alcuni, uno più bello dell'altro, a mio parere, con i quali potrete prendere due piccioni con una fava : sceglierlo assieme a chi, secondo voi, dovrebbe soltanto tacere.
Naturalmente, quando e se ne avrete voglia!


AFORISMI
Se i cani fossero in grado di parlare, forse troveremmo altrettanto difficile andare d'accordo con loro come con la gente.Karel Čapek 
È bene parlare solo quando si deve dire qualcosa che valga più del silenzio.Joseph Antoine Dinouar
I chiacchieroni sono i più discreti di tutti gli uomini: parlano, parlano e non dicono niente.ltasar Gracián y Morales
Chi sa non parla, chi parla non sa.  César François Adolphe d'Houdetot
Chi parla troppo cerca di nascondere qualcosa. Chi tace in modo coerente è invece convinto di qualcosa.Lao Tz
Meno si ha da riflettere, più si parla.Sándor Márai
La ragione per cui abbiamo due orecchie e una sola bocca è che dobbiamo ascoltare di più, parlare di meno Zenone di Cizi
Ci sono persone che parlano, parlano... sinché finalmente trovano qualcosa da dire Sacha Guitry
La filosofia insegna ad agire, non a parlare.Lucio Anneo Seneca

Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

venerdì 17 gennaio 2014

http://espresso.repubblica.it/palazzo/2014/01/16/news/de-girolamo-e-boccia-la-rete-di-potere-della-coppia-1.148955



Nunzia De Girolamo e Francesco Boccia,ecco la rete di potere della coppia

Il ministro 
ex pidiellino e il marito del Pd hanno tessuto una rete di potere sull’asse Sannio-Puglia. Fatta di clientele, favori, incarichi ad amici. Una larga intesa che ora mette a rischio il governo



http://www.lapresse.it/politica/focus-nunzia-de-girolamo-dal-sannio-al-ministero-per-l-agricoltura-1.445781

Secondo alcune fonti, la giovane sannita viene presentata al Cavaliere nel corso di un comizio a Napoli a inizio 2007. Si narra che la De Girolamo abbia subito fatto colpo su Berlusconi regalandogli 'picotta' dell'Unicef, ribattezzata 'Libertà'. Dentro la bambola, c'era il suo numero di telefono.
Sempre in questo periodo, nel corso di una cena di Natale organizzata dai vertici locali del partito, intervenendo telefonicamente, Silvio Berlusconi chiede espressamente di parlare con la De Girolamo. E' di fatto questa la prima vera investitura da parte del Cavaliere, che nel 2007 la porta a diventare coordinatrice del partito a Benevento. Nel 2008, su espressa volontà dello stesso Berlusconi, viene candidata alle politiche nelle liste del Popolo delle Libertà come numero 7 e viene eletta in Parlamento. La De Girolamo fa parte del gruppo delle così dette 'Amazzoni', deputate giovani e di bella presenza che nell'intento del Cavaliere dovrebbero dare una svolta al partito e alla politica italiana. L'attivismo della giovane beneventana, sempre in prima fila al fianco del Cavaliere, la portano a diventare in breve la plenipotenziaria del centrodestra locale. La De Girolamo sale per la prima volta agli onori della cronaca nazionale per aver scambiato insieme con la collega Gabriella Giammanco, durante una delle prime sedute parlamentari della legislatura, bigliettini 'galanti' col premier Berlusconi. di Antonio Martelli
I novelli MASTELLA

Io non mi meraviglio dei loro intrallazzi.
Io mi meraviglio che una De Girolamo sieda in Parlamento, che sia un ministro della Repubblica Italiana, eletto per grazia ricevuta dal solito berlusconi. 


Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

giovedì 16 gennaio 2014

De gustibus...

http://d.repubblica.it/attualita/2014/01/16/foto/amori_presidenti_hollande_julie_gayet_clinton_sarkozy_kennedy-1967547/1/?ref=HRESS-3#1

La mania dei presidenti: da Hollande a JFK le loro donne si "assomigliano"


Valérie Trierweiler poteva prevedere il tradimento di François Hollande? La risposta è si. Perlomeno se avesse guardato le foto di famiglia confrontandole con quelle di Julie Gayet, la giovane attrice al centro dello scandalo. Il presidente francese infatti, come molti è "seriale" nella scelta delle sue compagne che hanno tutte lo stesso... viso. Età diverse, taglio di capelli e peso influiscono poco quando a dettare legge è la forma dell'ovale, l'ossatura, che si ripete implacabilmente su Ségolène Royal, compagna per 20 anni del presidente, Valérie e Julie. Ma non pensate che Hollande sia l'unico a cadere nel trabocchetto della genetica. Da JFK a Sarkozy sono in tanti a scegliere donne-cloni. Non ci credete? Sfogliate la nostra gallery... 


Mi sembra di poter dire che anche Berlusconi  sia caduto nel trabocchetto della genetica, ma lui è un uomo semplice: non gli interessa che la donna abbia una certa classe e un'eleganza naturale, oppure dei lineamenti delicati.
Le sue donne sono siimili, non nell'ossatura, bensì nell'abbondanza ,sia  del  lato A che del lato B e hanno una caratteristica che le accomuna, la bocca.





Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

mercoledì 15 gennaio 2014

BISOGNA AFFIDARSI A UN BUON VISAGISTA

"In questo paese per ottenere qualcosa bisogna essere più scuri: andiamo tutti truccati di nero così ci danno gli aiuti come a quelli che arrivano all'ultimo minuto". E insiste: "Gli italiani devono farsi scuri e vediamo se lo stato italiano sarà buono con gli italiani come con gli stranieri, questo è razzismo al contrario".

Camera, Buonanno si trucca di nero: "Bisogna essere scuri per ottenere qualcosa"


"Facciamoci più neri per avere gli aiuti che hanno gli stranieri".  La provocazione in aula del deputato leghista che, durante un question time, ha tirato fuori dalla tasca del cerone nero ed ha cominciato a tingersi la faccia
Più che il nero, io suggerirei  un bel marrone, ma attenti alle nuances perchè è possibile creare una gamma infinita di sfumature di marrone mescolando i colori primari rosso, blu e giallo. Deve attenersi ad un fondo tinta il più possibile simile a questo >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>




Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews