venerdì 28 marzo 2014

21 INUTILI grammi.

Su Repubblica di ieri, ho letto una letterera, inviata a Corrado Augias. Questa:
   "Gentile Augias, ho 40 anni . Due anni fa ho subito l'asportazione dell'utero. In quel periodo frequentavo un un corso di preparazione alla cresima  e mi ero recata dal parroco per dirglielo. Senza che avessi chiesto nulla, il parroco mi dice << Eh adesso , non potrai più crearti una famiglia, nè sposarti>>
Ho risposto << Bè, potrei comunque trovare un compagno, per condividere la vita>>   Lui mi risponde che un affetto  'non ha alcun valore' , che, non potendo procreare, non avrei  più potuto avere nemmeno un compagno".  Sì, perchè  alcuni sacerdoti o cardinali sono rimasti al medioevo e Augias, nella risposta a questa lettera, cita il capo dei vescovi italiani, >Bagnasco, che si è scagliato contro un'educazione anti omo-fobica nella scuola pubblica.
Continua la lettera : "La rabbia , il desiderio di gridare il mio disgusto per la Chiesa è diventato un'urgenza. Chi avrebbe dovuto darmi una parola di conforto ( magari dicendomi che ci sono tanti bambini da adottare)  mi ha ucciso una volta per tutte. Poco fa ho letto su internet  il post di un prof di religione che diceva : "Una donna che non ha figli è come un seme e non produce frutto. Muore prima del tempo ".
Se penso a tutta le gente che commette peccati gravissimi e viene accolta a braccia aperte in chiesa, non posso che rinunciare a dirmi cattolica ".
VERO! Parte di coloro che frequentano regolarmente la chiesa sono in malafede e pensano di farla franca turlupinando gli altri e soprattutto Dio.
 La rinuncia di questa donna a dirsi cattolica, mi sembra una logica  conclusione , almeno sino a quando  la chiesa cattolica non farà dei corsi d'aggiornamento per i suoi prestatori d'opera, dal parroco al cardinale, sottoponendoli a test da cui si possa evincere il grado di cristianità, di misericordia e d'umanità dei ministri del culto. Così come si può licenziare un prestatore d'opera laico che reca danno al suo posto di lavoro, la chiesa dovrebbe espellere e scomunicare i sacerdoti che sviliscono la religione cristiana . Se io fossi in quella signora, tornerei da quel paroco ignobile con un registratore nelle tasca, lo provocherei affinchè ripetesse quelle ignobili parole , poi lo denuncerei e gli farei causa  per "danni morali".
Le ricorderei, altressì, che un'unione tra uomo e donna, per essere valida, deve avvenire in Municipio e poi semmai, in chiesa, e non viceversa; Per quanto riguarda l'adozione di un bambino è necessario rivolgersi  "alla cancelleria del vostro tribunale per avere tutte le informazioni aggiornate"  e non alla CHIESA PARROCCHIALE. 



Il 10% delle coppie è sterile. Per millenni la sterilità di una coppia è stata attribuita all’incapacità della donna di avere figli: solo dal 1950 alcuni studi realizzati negli Usa hanno messo in evidenza che anche la sterilità maschile è molto frequente (circa il 40% delle coppie sterili è dovuto ai problemi di fecondità maschile, 


Un consiglio ai Signori Uomini : non fate mai il test della fertilità , non tanto per non scoprire che i vostri permatozoi non sono idonei a procreare, quanto per non dover confessare al prete che continuate a scopare più di prima ; quello sarebbe capace di  dirvi "
Eh adesso , non potrai più crearti una famiglia, nè sposarti, che un affetto  'non ha alcun valore' ,  non potendo procreare, che non potresti avere nemmeno un compagno".  Potreste anche sentirvi dire  "Un uomo  che non ha figli è come un seme che non produce frutto. Muore prima del tempo ".




Ma forse a un uomo non oserebbero dare mazzate del genere, in genere sono riservate alle donne.















Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

25 commenti:

  1. questo paese è pieno di personaggi vestiti di nero che la pensano così purtroppo...
    un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche l'anima è nera, e non solo quella di certi preti.
      Cri

      Elimina
  2. Senza parole...

    Piena solidarietà alla signora da parte di una credente.

    RispondiElimina
  3. Cristiana, io sono credente, ma dalla Chiesa mi sono allontanata da un pezzo e a quanto pare ho fatto bene...parola di donna che non puo' procreare, e probabilmente nemmeno adottare un bambino, con i miei precedenti da anoressica/bulimica...ma non rinuncio ad essere felice con il mio compagno, alla faccia di quella sottospecie di sacerdote di cui parli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che la fede sia mooooooolto superiore a queste prese di posizione di certe "sottospecie", come tu ben dici.
      Cri

      Elimina
  4. Io il test non lo farei mai, non me ne frega molto^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speravo in un commento più articolato, da parte tua.
      Cri

      Elimina
  5. Non mi stupisce affatto questa cosa Cristiana, anche se mi lascia ancora una volta interdetto. In una chiesetta a qualche chilometro da me, proprio pochi giorni fa, mi hanno raccontato che un prete illuminato ha organizzato una iniziativa contro i matrimoni tra omosessuali invitando pure a parlare un esponente della destra francese. Certo però che questo Papa si è trovato un bel da fare. Se propongono di fare il Papa a me, non accetto. Mi dispiace ma penso che mettere in soffitta tutti gli orpelli dell'Inquisizione comporti una notevole fatica, ce n'è troppi ancora in giro, ed io ripudio la fatica come strumento per la risoluzione delle controversie locali ed internazionali. Che la lascino al povero Giobbe...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici bene Giò, occorre essere dei santi o dei masochisti per assumersi un compito del genere.
      Cri

      Elimina
  6. Posso commentare con questo aforisma:
    Il problema dell'umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.
    (Bertrand Russell)

    RispondiElimina
  7. Ciao Cristiana, non ci conosciamo ancora bene.
    Ma sappi che leggere questa lettera per me è stato subire un insulto.
    Prendere uno schiaffo in pieno viso.
    E quindi siamo ancora messi così.
    E dire che il papa sta spazzando...
    Ti inserisco nel mio blog roll.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco ciò che vuoi dire, questa storia è un affronto a tutte le donne.
      Cri

      Elimina
  8. Cara Cristiana,
    finalmente una discussione valida, in giro ce ne sono poche.

    Molte sono le persone che quando vanno da un sacerdote vorrebbero sentirsi dire da lui, non preoccuparti, tutto andrà bene, abbi fiducia, le vie del Signore sono infinite.
    Il fatto è che ci dimentichiamo che sono umani e nonostante studino teologia, cadono facendosi male, ma soprattutto non si rendono conto del male che fanno agli altri.
    Dovrebbero stare più attenti è vero, ma l'uomo è imperfetto sempre.
    Questo è importante e non bisogna dimenticarlo.

    Inoltre se la risposta non è sembrata quella giusta, si prova di nuovo ed ancora, fino a che incontriamo frati o preti validi che allo studio materiale antepongono lo studio umano. E ti posso assicurare che di essi ce ne sono molti di più.
    Il male esiste anche lì, se ce ne accorgiamo in tempo, non crolliamo neanche psicologicamente.
    C'è molto di più da dire sull'argomento, ma mi fermo qui.

    Felice fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So bene che la maggioranza dei sacerdoti ha una preparazione teologica che non dimentica di applicare e a comunicare a chi chiede consiglio e aiuto.
      Però questa genia di ministri, come quelli pedofili, fanno presto a rovinare la reputazione di tutti.
      Cri
      Cri

      Elimina
  9. Sentiamo gente che inveisce continuamente per delle cavolate. A questi individui che dicono stupidaggini vomitevoli io gli manderei un bel VAFFANCULO. (scusa il termine ma il vaffa ci sta tutto.)
    Buon fine settimana un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehsssì Enrico zio, in casi come questo un VAFFA ci sta assai bene.
      Cri

      Elimina
  10. Cara amica,oggi non ho voglia di filosofare sui contenuti religiosi,ma con grande serenità ti dico:I preti e i religiosi in genere quando ragliano di vita terrena, mandali a cagare.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
  11. Hai usato un verbo che rende l'idea dell'origine di questi individui.
    Cri

    RispondiElimina
  12. Tanta ipocrisia, stupidità e grettezza non mi meravigliano affatto.
    Cos'è la famiglia se non l'unione di persone che condividono ideali, amore, voglia di crescere insieme e un percorso di vita, la famiglia non è solo quella composta da mamma, papà e figli, e ora che la Chiesa riveda questo concetto arcaico e soprattutto è ora di smetterla di considerare la donna solo per il numero di figli che può procreare... poi un vaffa non guasta mai :)
    Xavier

    RispondiElimina
  13. Ciao Cri!
    Anche io rimango sbalordita di fronte a questi episodi. E ti dirò anche che non sono casi sparsi, anzi. Io inviterei questi sacerdoti ad uscire dal loro piccolo mondo lontano dalla realtà, chiuso e gretto e ad aprirsi all'altro, all'amore verso tutti e all'accoglienza. E' possibile che tocchi a noi ricordare il messaggio di amore verso il prossimo e del valore della persona in quanto persona proprio a questi che dovrebbero professarlo per fede o per mestiere?! Io non ho figli, e non li avrò mai, ma ho due nipotini che amo con tutta me stessa e ho i miei alunni, a cui cerco di trasmettere non solo nozioni ma anche valori. Non mi sento una donna di categoria B o da disprezzare o svalutare. Non ho partorito dalla pancia, ma dal cuore.

    Io, Cri, ti ringrazio per la tua vicinanza e per ogni tuo commento. A volte preferisco non rispondere a commenti perchè mi è doloroso soffermarmi sulle emozioni che vivo. Ogni tua parola mi tocca l'anima, riconosco che io stessa a volte non mi capisco e non mi riconosco, sono forte nelle situazioni più dure e poi crollo per una notizia che non dovrebbe nemmeno sfiorarmi... Grazie, grazie per tutto. Ti sento sempre vicina.
    Ed ora un abbraccione cara amica :)

    RispondiElimina
  14. Ma da uno ch si fa prete ti vuoi aspettare che abbia almeno qualche rotella malfunzionante? Partiamo di qua. Quando alla rotella malfunzionante si aggiunge pure qualche massiccio grumo di imbecillità, ecco che ci siamo.

    RispondiElimina

commenti