martedì 18 giugno 2013

PERCHE' ?

Papa Wojtyla, teologi approvano il miracolo:
per la santità manca solo un atto formale

Riconosciuto il secondo miracolo di Giovanni Paolo II, compiuto dopo la beatificazione. Per la proclamazione è necessario aspettare il via libera della commissione di cardinali e vescovi del dicastero. Infine il sì definitivo di Papa Bergoglio. Fonte vaticana: "Quando sarà resa nota, la cosa stupirà molti"


CITTA' DEL VATICANO - La commissione dei teologi della Congregazione per le Cause dei Santi ha approvato il secondo miracolo di Giovanni Paolo II, compiuto dopo la beatificazione.

Il primo miracolo riguarda la guarigione dal morbo di Parkinson di una suora francese.

Com'è noto, dopo l'approvazione di un miracolo per la proclamazione a beato, le procedure canoniche prevedono il riconoscimento di un secondo miracolo, che deve essere avvenuto dopo la cerimonia di beatificazione.
Il nuovo caso è stato esaminato da due medici della consulta vaticana: entrambi hanno  riconosciuto il miracolo. Il dossier con le cartelle cliniche e le testimonianze è stato presentato ufficialmente al dicastero e discusso da una commissione di sette medici, la consulta presieduta dal dottor Patrizio Polisca, cardiologo di Giovanni Paolo II, medico personale di Benedetto XVI e ora di Papa Francesco. Anche la consulta medica ha dato parere favorevole, il primo via libera ufficiale da parte del Vaticano, e ha definito dunque inspiegabile la guarigione attribuita all'intercessione del beato Karol Wojtyla.

Il secondo miracolo è stato riconosciuto come 'inspiegabile'.
A premere sono stati soprattutto due cardinali polacchi: l'arcivescovo di Cracovia, Stanislaw Dziwisz, che di Wojtyla fu per decenni segretario particolare, e il porporato Stanislaw Rylko, presidente del Pontificio consiglio per i laici.

Io non voglio mettere in dubbio i miracoli di Giovanni Paolo II, però desidero fare un paio di osservazioni.
La prima è che tutto si è svolto nell'ambito del Vaticano senza tener conto del conflitto d'interessi. 
La seconda :  perchè un'Anima beata e beatificata non guarisce 100, 1000 persone al giorno, perchè non si reca in un ospedale dove decine di bambini soffrono le pene dell'inferno e, con la sua presenza, non li miracolizza? Vorrei che i teologi me lo spiegassero.






 





Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

21 commenti:

  1. Cara Cristiana, queste sono domande legittime! E sicuramente non sei la sola a farle...
    Io sono con te e mi domando spesso, come mai sono solo coloro che hanno avuto la fortuna di essere al momento giusto da lui...
    Quante domande che non avranno mai una risposta!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso, so della tua fede, eppure non sei mai di parte.
      Cri

      Elimina
  2. Cristianaaaaa abbi fede!!!!!

    ......e fai un offerta :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Offro un 1.000.000 di dollari per prove inoppugnabili. Basteranno?
      Cri

      Elimina
  3. E me lo chiedo anch'io Cri!
    Però, mi fermo subito, potrei scrivere un trattato su st'argomento.
    Ciao, Buona serata!

    P.S.:Io non credo ai miracoli Cri perché, guarda caso, arrivano solo sulle guarigioni inspiegabili e che appartengono ad un singolo individuo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ops: per singolo individuo intendo un solo prescelto!!!!!!!

      Elimina
    2. Elisena, questo è uno dei misteri della fede e se lo dicono i teologi vaticani, chi può contraddirli, forse Odifreddi, ma anche lui lascia il tempo che trova.
      Cri

      Elimina
  4. Ma dai, Cristiana, perchè non credere ai miracoli operati da un diretto dipendente del Signore, appunto il papa, quando si è stati disposti a credere per 20 anni (ed ancora oggi)a quelli promessi dal Silvio nazionale?

    Al popolo italiano non gliene importa niente di vedere per credere ma, piuttosto, preferisce credere per non vedere.

    ......e guarda caso la miracolata è una suora( della serie tutto in famiglia)
    Credo che anche questo sia un modo come un altro per far stornare l'attenzione da cose ben più spinose e schifose: la pedofilia, i festini dei preti gay, e i raggiri finanziari dello IOR.

    Il vero miracolo non è volare in aria o camminare sulle acque, ma camminare sulla terra.
    (Lin-chi, I sec.)

    Io, grazie a Dio, sono atea :)))))
    Marilena







    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sono anch'io e dicendolo, mi sento come quell'innamorato di 'Cabaret' quando con un senso di colpa dice " SONO EBREO ANCH'IO"
      Cri

      Elimina
  5. il miracolo è come sia riuscito a coprire tutti i pedofili vaticani e a sostenere le peggio nefandezze su tutto il pianeta senza essere sgamato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace la sintesi che ha postato Alberto http://albertocane.blogspot.it/

      Vaticano: lobby o l'hobby gay?
      Cri

      Elimina
  6. A Cri ..... ma mica te sarà venuta na crisi mistica? :-((((((((

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' più facile che mi venga un colpo apoplettico.
      Cri

      Elimina
  7. Tutte balle!
    io è da quando è morto che gli chiedo il miracolo di accogliere fra le sue sante braccia quel testa di cazzo di Silvio
    e ancora è lì che blatera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la dimostrazione che non è facile fare miracoli.
      Cri

      Elimina
  8. Cecco c'ha i suoi foglietti Bacio Perugina, col Gianpaolo ci si va a raccolta punti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sempre lapidario, ma centri il paglione.
      Cri

      Elimina
    2. Pensa
      Volevo scriver Gianpi è m'è scappata

      A te
      Buona giornata

      Elimina
  9. Un miracolo veramente l'ha fatto. Siamo ancora qui a stupirci e a fare del nostro sangue acqua oligominerale, come si dice dalle mie parti. Il secondo miracolo l'aspetto da un pezzo: smantellino lo IOR e ci sfamino qualche milione di bambini con le sue macerie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che Papa Francesco lo farà. Rinnegherà quel paludamento sulle spalle che i papi hanno indossato fino a ieri.
      Cri

      Elimina
  10. Sono una banda di malfattori di dimensioni planetarie, da processare per crimini contro l'umanità. Al confronto Vanna Marchi è un cherubino.

    RispondiElimina

commenti