giovedì 22 agosto 2013

Se qualcuno non l'avesse letto....

http://www.repubblica.it/politica/2013/08/22/news/da_agibilit_politica_a_tribunale_speciale_il_nuovo_dizionario_della_destra-65112504/?ref=HREA-1


Un paio di  stralci

"Siamo tutti colpevoli, siamo tutti evasori" ha sostenuto infatti la Santanché con un altra raffica di senso comune capovolto. La formula della Santanché parodizza la solidarietà, rovescia quella locuzione retorica che tutti usiamo quando vogliamo identificarci con le vittime della barbarie e delle violenze, anche naturali: "Siamo tutti americani" dopo l'11settembre, "siamo tutti berlinesi" davanti al muro del comunismo, "siamo tutti aquilani" dopo il terremoto, "siamo tutti clandestini" davanti alla legge razzista che ci fa vergognare di essere italiani. 
  
Il ladro è Berlusconi e non chi lo ha votato. È stato condannato lui e non gli elettori di centrodestra. L'imbonitore lavora per trasformare in delinquenti anche i suoi sostenitori, è come lo spacciatore che vuole la solidarietà delle sue vittime, come il bracconiere che si appella alla complicità della selvaggina che impallina, come il mafioso che dice di essere Enzo Tortora. Quella di Berlusconi è la sindrome di Sansone: muore sì, ma con tutti gli italiani. 

Francesco Merlo, a mio parere, è capace di interpretare, sfoderare e sintetizzare le idee, i pensieri e le sensazioni che sfrecciano nell'etere da parte di quegli italiani che, come me, sono annichiliti, inorriditi,
spaesati dalla situazione in cui si trovano.

Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

20 commenti:

  1. ...poi c'è l'assuefazione o il vaffanculo dandogli forte. Ciao ecche palle! Che ancora si parli d'un DELINQUENTE a tutto fare e proseliti con l'etere a bomboletta! I "salva-condotto" tirato fuori dai topi instupiditi dalla tromba dei mortaretti a gogò. Ecche cavolo! Uomini dovremmo essere non lacchè a comando!
    Scusa Cristiana ma oggi è più di ieri.Mirka

    RispondiElimina
  2. Non ce la faccio più...so solo che B. e i suoi adepti si comportano come se fossero i padroni dell'Italia ! Siamo al limite del paradosso...ma perché sono tornata da Malaga ??? Perché ??? Ma che si dimettano tutti e vadano a farsi f.... !!! Ma si può andare avanti a suon di ricatti ?? Ma la vogliono smettere di disegnare B. come un santo ? Come un martire ?? E basta !!!!!

    RispondiElimina
  3. E daje!
    Tale pater: berlufolle, tale figlia: santadeche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo 'berlufolle' è uno dei nomignoli che meglio gli stanno.
      Cri

      Elimina
  4. Nano Malefico lui e i suoi adpeti.......
    L'Italia sta andando a rotoli e qui si continua a parlare de sto coso indefinibile ormai ...........

    "Siamo tutti colpevoli, siamo tutti evasori" ha sostenuto infatti la Santanché e sicuramente lei lo è .... eccome ..... e parlasse per lei

    Ma .... la Santanchè (che poi Santa nun è) lo sa che per essere assunti nelle Amministrazioni pubbliche bisogna avere la fedina penale pulita?

    E allora? Per stare al parlamento?

    E la Legge Severino poi, non l'hanno votato loro?
    E adesso la voglio rendere incostituzionale ..........

    Ma vivaddio chi è sto nano? E poi ...... morto un papa se ne po fa nartro!!!!!!!!!!!!

    Che schifo Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici, Eli.
      Chi è 'sto nano? Un delinquente.
      Cri

      Elimina
    2. A chi lo dici, Eli.
      Chi è 'sto nano? Un delinquente.
      Cri

      Elimina
  5. Cara Cristiana, tu lo sai che sono fortunato!!!
    io posso ascoltare tutte le cazzate che tutti scrivono e poi farmi un sorrisino!!! Chissà che questa sia la volta buona!!!
    Parlando di fortuna è che mi trovo in un paese che sembra migliore, poi forse mi sbaglio! anche qui ci sono dei guai.
    Caio e buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. L'antico La prima pietra a chi è senza peccato pare anche meglio; sapendo che costume è mai peccato e che peccato è solo un'invenzione da inventario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eggià, comodo, come l'occhio e la pagliuzza.
      Cri

      Elimina
    2. Eggià, comodo, come l'occhio e la pagliuzza.
      Cri

      Elimina
  7. Mi pare che siamo tutti d'accordo. Senza troppi discorsi politici, ci accomuna il disgusto per certi figuri (e figure) di quel partito di un'unica corrente di cui sembra di sentire lo sciacquone. Ma non va giù, non va giù... Speriamo nel Grande Idraulico e in un tantino di autocritica. Ma la vedo nera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simpatico l'accostamento al Grande Disgorgante!
      Qualcuno sa come trovarlo?
      Cri

      Elimina
    2. Simpatico l'accostamento al Grande Disgorgante!
      Qualcuno sa come trovarlo?
      Cri

      Elimina
  8. L'unica è non solo non dar retta alle supercazzole prematurate con scappellamento (doverosamente) a destra di certi personaggi, ma imparare a non dar retta nemmeno ai personaggi medesimi, perché quello che più temono in assoluto non è il finire in gattabuia o cose del genere, è il finire le loro vite nell'oblio e non essere ricordati - a qualunque titolo - nei libri di storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dandrux, quando arrivano i Barbari, è impossibile ignorarli se non si è degli eremiti.
      Cri

      Elimina
    2. Dandrux, quando arrivano i Barbari, è impossibile ignorarli se non si è degli eremiti.
      Cri

      Elimina

commenti