lunedì 1 settembre 2014

Da quelli che si son fregati il nostro inno.

La polemica sulle adozioni gay si accende sul web. E, forse, arriverà in tribunale. Questa volta a causa di una fotografia utilizzata da Fratelli d'Italia per promuovere la propria campagna di raccolta firme contro le adozioni da parte di coppie dello stesso sesso. Ad accorgersi del 'furto' è lo stesso autore dello scatto - a prima vista, se decontestualizzato dal messaggio originario, omofobo - che promette di ricorrere alle vie legali contro il partito di Giorgia Meloni. L'autore insorge su Twitter. E' Oliviero Toscani che scrive: "Ma cosa salta in testa a @FratellidItaIia di usare una mia fotografia per una cosa del genere? Verranno denunciati", 
Poi, le scuse di Fdi che prende le distanze dall'accaduto. "Gentile Oliviero Toscani - sottolinea infatti in una nota il responsabile comunicazione del partito, Federico Mollicone - la foto in questione è stata presa dal web da una nostra realtà locale ma non è un'iniziativa ufficiale. Ci scusiamo per l'accaduto perché rispettiamo il diritto d'autore".

"Non so cosa farmene delle scuse - replica Toscani - non ho nessuna intenzione di tornare indietro nella mia idea di querelarli. Mi dà molto fastidio che si siano fatti tutti questa pubblicità sul mio lavoro e ora si scusano e pensano che sia sufficiente. Non se ne parla" 




Roma, il Tribunale dei minorenni riconosce l’adozione di una bimba a una coppia lesbicaUna delle due donne è la madre naturale della piccola avuta all’estero tramite procreazione assistita eterologaLa bimba ha cinque anni, le operatrici sociali la definiscono «intelligente, vivace e carina», è perfettamente inserita e cresce amata e serena. Ha solo una particolarità: ha per genitori due donne, che chiama entrambe «mamma». Da oggi questa famiglia è ufficiale a tutti gli effetti perché il Tribunale dei Minorenni di Roma, per la prima volta in Italia, ha riconosciuto a una bambina il diritto a essere adottata dalla propria mamma non biologica (“mamma sociale”) e a prendere il doppio cognome. Insomma, la piccola è il primo caso in Italia di adozione da parte di una coppia omosessuale, di lesbiche nella fattispecie. 


Non so se questo caso 'farà' legge e penso che l'affidamento a due donne, di cui una è la madre naturale, abbia favorito questa sentanza;  ora però aspetto di vedere quale sarà il verdetto quando due uomini omosessuali faranno una richiesta del genere. 

Certo che quelli di destra sono sempre stati  una palla al piede in qualsiasi tempo e in qualsiasi luogo e hanno sempre rallentato il progresso e l'evoluzione, e  anche se non sempre il progresso è stato vantaggioso, è così che l'umanità ha potuto progredire, durante i millenni. 


Mi par di vederli e di sentirli gli scettici che osservano l'uomo della grotta accanto mentre sfrega due pietre tra loro, fino a creare un fuoco: si avvicinano guardinghi e quando finalmente ci passano una mano sopra e si bruciano, all'unisono esclamano "maleficio del diavolo che vuole sovvertire l'ordine naturale delle cose : a cosa ci serve l'acqua calda?".






Condividi e VOTA questo articolo

condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews

8 commenti:

  1. Capito che soggetti abitano a destra? E non si vergognano!

    RispondiElimina
  2. Anche Toscani ci si mette.

    Buona giornata!

    RispondiElimina
  3. Non discuto il contesto: a ognuno il suo e fratelliditalia che mai dice messo di cesta in testa alla cattolica patria
    Soltanto aggiungo che l'Oliviero pensa di pensare — che realtà sia sua e fatta di clic — e è invece un appaloosa grasso ricco benettongrazie obsoleto fatto a toppe

    RispondiElimina
  4. I personaggi di destra - cioè reazionari all'estremo - sicuramente esistevano anche nella preistoria. I fratelli di 'sta cippa contestavano di certo il fuoco, la ruota, l'agricoltura e quant'altro. Guarda che fine fece Galileo coi destri della sua epoca.
    (Mi scuso se questo commento appare doppio: Blogger ha la brutta tendenza a cassarmi i commenti ultimamente).

    RispondiElimina
  5. Chi più ce nà più ne metta, cara Cristiana,
    gli estremisti dicono sempre delle cose che fanno da ridere , ma poi se ci ripensi fanno pure paura!!! speriamo che non ce ne siano troppi altrimenti diventa un vero problema.
    Ciao e buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Fin quando le ideologie "divisorie" occuperanno i palcoscenici mediatici poco si potrà fare per risolvere la miriade di problemi che imbrigliano soluzioni molto semplici. Costruiamo il problema per far poi finta di risolvero con un'altro problema, dando origine a spirali senza fine.
    Buonsenso e amore sono parole...e tali pultroppo restano.
    Un saluto

    RispondiElimina
  7. Sono stato di destra, lo confesso, da giovane universitario. Mi sono cominciato a dissociare quando ho capito che destra per costoro significava solo reazione al progresso. Non sarò mai di sinistra perché non mi riconosco con troppe cose di sinistra.
    Sono come sono e mi accontento.
    Ritango che un bimbo possa crescere benissimo con due mamme. Penso a come sono stato cresciuto io che di mamme ne avevo tre, mia madre, mia zia, mia nonna.
    Non sono troppo convinto dei due padri, perché manca la figura femminile, ma la gioia e il diritto di avere un figlio non glielo nego.

    RispondiElimina
  8. A Jacopo', tu, pur con tre mamme, sei venuto su una schifezza se da giovane universitario eri di destra, quindi non fai testo.

    RispondiElimina

commenti